News

Efficienza Energetica: Enel al top

L’efficienza energetica a misura di cittadino: possibili scenari per Firenze.

Un risparmio di quasi 13 milioni di metri cubi di gas e di oltre 8 milioni di litri di benzina, un volume d’affari di 380 milioni di euro, circa 300 nuovi posti di lavoro, oltre 44mila tonnellate di CO2 evitate. Sono solo alcuni dei dati che emergono dallo studio “L’efficienza energetica a misura di cittadino: possibili scenari per Firenze”, promosso da Enel, Legambiente e il Comune di Firenze e presentato il 16 luglio presso Palazzo Vecchio a Firenze. Oggi è possibile fare efficienza nelle proprie abitazioni e nelle città in modo razionale e sostenibile e lo studio su Firenze presenta risultati concreti sui benefici che possono derivare da:
 
  • sostituire le caldaie tradizionali con caldaie a condensazione
  • installare climatizzatori a pompa di calore
  • muoversi con auto e bici elettrica al posto dei veicoli tradizionali
  • sfruttare l’energia solare per produrre energia elettrica con il fotovoltaico
  • produrre acqua calda con il solare termico o scaldacqua a pompa di calore al posto di boiler e caldaie tradizionali
  • utilizzare la tecnologia ad induzione per la cottura, sostituendo le tradizionali cucine a gas
Le tecnologie considerate nello studio sono quelle residenziali di immediata applicazione e con elevate prestazioni in termini di benefici ambientali e di efficienza: caldaia a condensazione, pompa di calore, solare termico, fotovoltaico, cucina a induzione, bici e auto elettriche. È stato analizzato il parco installato delle varie tecnologie efficienti, il fabbisogno del territorio cittadino a livello dei cinque quartieri amministrativi e infine sono stati verificati i vincoli autorizzativi, per poi individuare gli scenari di sviluppo possibili per gli interventi di efficienza. I risultati ottenuti parlano di benefici importanti: risparmi economici per le famiglie, ricadute positive sull’indotto della città ed un contributo alla salvaguardia dell’ambiente grazie alle riduzioni di CO2.
 
Di tutto questo si è parlato durante il convegno del 16 luglio a Palazzo Vecchio a Firenze, alla presenza del sindaco Dario Nardella e del direttore Country Italia di Enel Carlo Tamburi, e nella tavola rotonda alla quale hanno preso parte l’assessore all’Ambiente Alessia Bettini, il vice direttore Energia e Ambiente di Confindustria Massimo Beccarello, il vice presidente di Assotermica Flavio Borgna, il responsabile Mercato Italia Enel Nicola Lanzetta, il presidente dell’Ordine degli Architetti di Firenze Egidio Raimondi e il presidente di Federcasa e Casa Spa Luca Talluri.