Home page
Bolletta luce
Bolletta gas

Tabella dei prezzi unitari in vigore: https://www.autorita.energia.it/it/dati/condec.htm

Quota fissa

È la parte del prezzo, espressa in euro/anno, che si paga per avere un punto di consegna attivo, anche in assenza di consumo e, nel caso dell'elettricità, qualunque sia la potenza impegnata.

Il prezzo annuo viene applicato in bolletta in quote mensili o giornaliere.

Quota potenza

È l’importo da pagare in proporzione alla potenza impegnata, anche in assenza di consumo di energia. Si paga in euro/KW/mese. Il prezzo annuo viene applicato in bolletta in quote mensili o giornaliere.

Ad esempio se il cliente ha 3kW di potenza impegnata e il prezzo unitario è di 0,5500 euro/kW/mese, ogni mese pagherà 3 x 0,5500 = 1,65 euro./p>

Quota energia

Comprende tutti gli importi da pagare in proporzione al consumo.

È espressa in euro/kWh per l'elettricità e in euro/Smc per il gas.

Quota energia
(in spesa per il trasporto e la gestione del contatore e in spesa per oneri di sistema)

È la parte del prezzo, espressa in euro/kWh, che si paga in proporzione ai consumi di energia indicati in bolletta. Il prezzo non cambia nelle diverse fasce orarie.

Quota fissa
(in spesa per la materia prima gas naturale)

È la parte del prezzo, espressa in euro/anno, che si paga per tutta la durata del contratto, anche in assenza di consumo di gas. Il prezzo annuo viene applicato in bolletta in quote mensili o giornaliere e non varia per l’intero territorio nazionale.

Quota fissa
(in spesa per trasporto e gestione del contatore)

È la parte del prezzo, espressa in euro/anno, che si paga per tutta la durata del contratto, anche in assenza di consumo di gas.

Il prezzo annuo viene applicato in bolletta in quote mensili o giornaliere; è differenziato in base a sei diverse aree del territorio nazionale (ambiti tariffari) e, all’interno di ogni area, in base alla portata del contatore.

Quota fissa
(in spesa per oneri di sistema)

È la parte del prezzo, espressa in euro/anno, che si paga per tutta la durata del contratto, anche in assenza di consumo di gas. Il prezzo annuo viene applicato in bolletta in quote mensili o giornaliere e non varia per l’intero territorio nazionale.

Quota energia
(in spesa per la materia gas)

È la parte del prezzo, espressa in euro/Smc, che si paga in proporzione ai consumi di gas indicati in bolletta.

Il prezzo varia nelle diverse località del territorio nazionale in rapporto alla maggiore o minore quantità di energia che si ottiene a parità di gas consumato, espressa in bolletta dal coefficiente P (potere calorifico superiore convenzionale) della località.

Quota energia
(in spesa per trasporto e gestione del contatore)

È la parte del prezzo, espressa in euro/Smc, che si paga in proporzione ai consumi di gas indicati in bolletta.

Il prezzo è differenziato in base a sei diverse aree del territorio nazionale (ambiti tariffari) e, all’interno di ogni area, varia nelle diverse località in rapporto alla maggiore o minore quantità di energia che si ottiene a parità di gas consumato, espressa in bolletta dal coefficiente P (potere calorifico superiore convenzionale) della località. Il prezzo è più basso per i consumi inferiori a 120 Smc/anno; oltre questa soglia il prezzo diminuisce gradualmente per i consumi che superano ulteriori livelli di consumo annuo (scaglioni).

Quota energia
(in spesa per oneri di sistema)

È la parte del prezzo, espressa in euro/Smc, che si paga in proporzione ai consumi di gas indicati in bolletta.

Il prezzo è più basso per i consumi inferiori a 120 Smc/anno; oltre questa soglia il prezzo diminuisce gradualmente per i consumi che superano ulteriori livelli di consumo annuo (scaglioni).

Fasce orarie

Sono periodi di tempo ai quali corrispondono diversi prezzi dell’energia.

Sono suddivise in:

Nel caso di clienti domestici, per abitazioni servite in regime di tutela i consumi sono distinti in fascia F1, come sopra definita, e fascia F23, che comprende tutte le ore incluse nelle fasce F2 e F3 (cioè dalle 19.00 alle 8.00 di tutti i giorni feriali, tutti i sabati, domeniche e giorni festivi).

PE (Prezzo Energia)

Corrisponde al costo previsto per l’acquisto dell’energia elettrica che viene poi rivenduta ai clienti finali. Comprende anche le perdite di rete, cioè il costo dell’energia che non arriva in modo utile al punto di consegna.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

Se l’utenza è dotata di un contatore elettronico teleletto, il prezzo è diverso a seconda della fasce orarie in cui l’energia viene consumata, altrimenti il prezzo è uguale in tutte le fasce orarie.

PD (Prezzo Dispacciamento)

Copre il costo del servizio che garantisce, in ogni momento della giornata, l’equilibrio tra l’energia complessivamente immessa nelle reti elettriche e l’energia complessivamente prelevata dai clienti finali.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

PPE (Prezzo Perequazione Energia)

Componente che serve a garantire che gli importi complessivamente pagati ogni trimestre dai clienti serviti in regime di tutela con le componenti Prezzo dell’energia (PE) e Dispacciamento (PD) equivalgano ai costi di acquisto e dispacciamento effettivamente sostenuti per fornire loro l’energia.

Per questo motivo la componente PPE può avere segno positivo (a debito del cliente, quando i costi effettivi risultano superiori a quelli previsti) o segno negativo (a credito del cliente, quando i costi effettivi risultano inferiori a quelli previsti).

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

PCV (Prezzo Commercializzazione Vendita)

Corrisponde ai costi fissi sostenuti per svolgere le attività di gestione commerciale dei clienti; è parametrata ad un livello corrispondente ai costi medi attribuibili alle imprese di vendita che operano nel mercato libero ed è compensata mediante la componente DispBT.

Si applica in misura fissa (euro/anno).

DispBT (componente di dispacciamento)

Serve a compensare la differenza tra gli importi complessivamente versati tramite la componente Commercializzazione (PCV) e i costi di gestione commerciale riconosciuti alle imprese di vendita in regime di tutela (diversi da quelli delle imprese di vendita del mercato libero, considerati dalla componente PCV.

Si applica in misura fissa (euro/anno) e, per le utenze in abitazioni di residenza anagrafica e con potenza fino a 3 kW, anche all’energia consumata (euro/kWh), con prezzo più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

Tariffa di trasporto distribuzione e misura

Corrisponde ai costi sostenuti per trasportare e distribuire l'energia elettrica sulla rete di trasmissione nazionale e sulle reti di distribuzione locali, per gestire e leggere i contatori e per gestire i dati delle letture.

È composta da una parte fissa (euro/anno), una parte applicata alla potenza impegnata (euro/kW/anno) e una parte applicata all'energia consumata (euro/kWh).

UC3

Componente destinata a coprire gli squilibri dei sistemi di perequazione dei costi di trasporto dell’energia elettrica sulle reti di trasmissione e di distribuzione, nonché dei meccanismi di integrazione.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

UC4

Serve per coprire i maggiori costi di 12 piccole aziende elettriche che operano sulle isole minori e delle imprese distributrici con meno di 5.000 clienti.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh). Per le abitazioni di residenza anagrafica e con potenza fino a 3 kW, il prezzo è più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

UC6

Componente destinata a coprire gli squilibri dei sistemi di perequazione dei costi di trasporto dell’energia elettrica sulle reti di trasmissione e di distribuzione, nonché dei meccanismi di integrazione.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

UC7

Serve per finanziare gli interventi per la promozione dell'efficienza energetica negli usi finali (ad esempio, sostituzione di elettrodomestici o lampadine con modelli a basso consumo; sostituzione di caldaie e scaldabagni con modelli ad alto rendimento; interventi sull'involucro edilizio).

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

A2

Serve a coprire i costi per le attività di smantellamento delle centrali nucleari dismesse e la chiusura del ciclo del combustibile nucleare. Una parte del gettito è destinata al bilancio dello Stato.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh); per le abitazioni di residenza anagrafica e con potenza fino a 3 kW, il prezzo è più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

A3

Serve per finanziare il sistema di incentivi riconosciuti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (ad esempio il sole, il vento) o fonti assimilate alle rinnovabili.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh); per le abitazioni di residenza anagrafica e con potenza fino a 3 kW, il prezzo è più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

A4

Serve per coprire le agevolazioni tariffarie riconosciute per il settore ferroviario.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh); per le abitazioni di residenza anagrafica e con potenza fino a 3 kW, il prezzo è più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

A5

Serve a finanziare le attività di ricerca in aree di interesse del sistema elettrico nazionale e a beneficio dei consumatori, i cui risultati sono pubblici.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh); per le abitazioni di residenza anagrafica e con potenza fino a 3 kW, il prezzo è più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

Ae

Serve a finanziare le agevolazioni alle imprese manifatturiere servite in media e alta tensione con cicli produttivi che richiedono elevati consumi di energia elettrica.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh); per le abitazioni di residenza anagrafica e con potenza fino a 3 kW, il prezzo è più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

As

Serve a finanziare il sistema dei bonus destinati ai clienti domestici del servizio elettrico che si trovano in stato di disagio fisico o economico. Non si applica ai clienti che godono del bonus.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

MCT (Misure di Compensazione Territoriale)

Componente che serve per finanziare le misure di compensazione a favore dei siti che ospitano centrali nucleari e impianti del ciclo del combustibile nucleare e, in futuro, il deposito nazionale delle scorie. Una parte del gettito è destinata al bilancio dello Stato.

Si applica all’energia consumata (euro/kWh).

Cmem

Componente che corrisponde al costo previsto per l’acquisto del gas che verrà poi rivenduto ai clienti.

Si applica al gas consumato (euro/Smc). Il prezzo non cambia al crescere dei consumi, ma varia nelle diverse località del territorio nazionale in rapporto alla maggiore o minore quantità di energia che si ottiene a parità di gas consumato, espressa in bolletta dal coefficiente P (potere calorifico superiore convenzionale) della località.

CCR

Corrisponde ai costi che i venditori devono sostenere per rifornire i propri clienti e per proteggere i clienti dai rischi di forti variazioni dei prezzi (dovute, ad esempio, a temperature invernali eccezionali, o a variazioni della domanda complessiva di gas).

Si applica al gas consumato (euro/Smc).

QVD - (Quota Vendita al Dettaglio)

Importo a copertura dei costi fissi sostenuti mediamente da un’impresa di vendita per svolgere le attività di gestione commerciale dei clienti.

È composta da una quota fissa (euro/anno) e una quota in proporzione al gas consumato (euro/Smc).

GRAD

Componente che serve a coprire i costi sostenuti dall’insieme delle imprese di vendita per sostituire gradualmente i vecchi contratti di acquisto del gas all’ingrosso con contratti adeguati al nuovo metodo di calcolo. Si applica al gas consumato (euro/Smc). È applicata solo per i primi quattro anni della riforma del metodo di calcolo del prezzo del gas (ottobre 2013 - settembre 2017).

Cpr

Serve per finanziare un meccanismo introdotto con la riforma del metodo di calcolo del prezzo del gas (ottobre 2013) per incentivare le imprese di vendita a rinegoziare vecchi contratti di acquisto di gas all’ingrosso sul lungo periodo con contratti a breve periodo, attualmente più vantaggiosi.

Si applica al gas consumato (euro/Smc).

Ug1

Serve per garantire che gli importi complessivamente pagati dai clienti per la tariffa di distribuzione corrispondano a quelli riconosciuti alle diverse imprese di distribuzione a copertura dei costi del servizio, e a garantire la copertura di eventuali conguagli tariffari che dovessero emergere a seguito di rettifiche comunicate dalle imprese distributrici.

Si applica al gas consumato (euro/Smc).

GS

Componente che serve per finanziare il sistema dei bonus destinati ai clienti domestici del servizio gas che si trovano in stato di disagio economico.

Si applica al gas consumato (euro/Smc); è posta pari a zero per i clienti domestici.

RE (Risparmio energetico)

Importo che serve a finanziare progetti di risparmio energetico, di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore del gas, a sostegno della realizzazione di reti di teleriscaldamento e dello sviluppo tecnologico. Si applica al gas consumato (euro/Smc).

UG2

Serve a garantire che gli importi complessivamente versati dai clienti tramite la componente Commercializzazione (QVD) equivalgano a quelli complessivamente sostenuti dalle imprese di vendita per i clienti serviti a condizioni di mercato e i clienti serviti in regime di tutela (che generano costi di gestione commerciale inferiori da quelli dei clienti serviti nel mercato libero).

Si compone di una parte applicata in misura fissa (euro/anno) a credito del cliente e una parte applicata al gas consumato (euro/Smc), con prezzo che aumenta se vengono superate determinate soglie di consumo annuo (scaglioni).

UG3

Serve a coprire gli oneri sostenuti dalle imprese distributrici per gli interventi di interruzione della fornitura per morosità. Si applica al gas consumato (euro/Smc).

Qt

Componente a copertura dei costi sostenuti per il servizio di trasporto del gas fino alle reti di distribuzione.

Il prezzo è differenziato in base a sei diverse aree del territorio nazionale (ambiti tariffari) e all’interno di ogni area varia nelle diverse località in rapporto alla maggiore o minore quantità di energia che si ottiene a parità di gas consumato, espressa in bolletta dal coefficiente P (potere calorifico superiore convenzionale) della località.

RS

Importo che copre i costi per incentivare il miglioramento della qualità del servizio.

Si applica al gas consumato (euro/Smc).

ENERGIA SICURA GAS

Se hai sottoscritto Energia Sicura Gas, la tua Spesa della fornitura sarà composta da Componente sostitutiva materia gas e Altri importi materia gas.
Per informazioni sul prezzo dell'offerta da te sottoscritta, consulta il quadro di dettaglio che trovi nella tua area clienti sul sito enelenergia.it.
In seconda pagina, nella sezione dedicata al dettaglio dei consumi e delle letture, trovi anche l'indicazione del consumo fatturato.

Clicca qui per i dettagli.

GAS TUTELATO

Se hai sottoscritto Gas Tutelato, la tua Spesa della fornitura sarà composta da Quota fissa, Quota energia e Altri importi spesa fornitura.
In seconda pagina, nella sezione dedicata al dettaglio dei consumi e delle letture, troverai anche l'indicazione del consumo fatturato.

Clicca qui per i dettagli.

SEMPLICE GAS

Se hai sottoscritto Semplice Gas, la tua Spesa della fornitura sarà composta da Prezzo fisso, Prezzo a consumo e Altri importi spesa fornitura.
Per informazioni sul prezzo dell'offerta da te sottoscritta, consulta il quadro di dettaglio che trovi nella tua area clienti sul sito enelenergia.it.
In seconda pagina, nella sezione dedicata al dettaglio dei consumi e delle letture, trovi anche l'indicazione del consumo fatturato.

Clicca qui per i dettagli.

E-LIGHT GAS

Se hai sottoscritto E-Light Gas, la tua Spesa della fornitura sarà composta da Componente sostitutiva materia gas e Altri importi materia gas.
Con l'offerta E-light Gas tutte le bollette sono fatturate in acconto, perché calcolate in base alla stima dei consumi che hai indicato quando hai aderito al contratto.
Di norma, solo la settima bolletta di ciascun anno conterrà un conguaglio, perché sarà calcolata sulla base dei tuoi consumi reali.
Per informazioni sul prezzo dell'offerta da te sottoscritta, consulta il quadro di dettaglio che trovi nella tua area clienti sul sito enelenergia.it.
In seconda pagina, nella sezione dedicata al dettaglio dei consumi e delle letture, trovi anche l'indicazione del consumo fatturato.

Clicca qui per i dettagli.

MONORARIA

Se hai sottoscritto Energia Pura Casa, la tua Spesa della fornitura sarà composta da Energia mono e Altri importi spesa per l’energia.
Per informazioni sul prezzo della tua offerta, consulta il quadro di dettaglio che trovi nell'area clienti sul sito enelenergia.it.

Clicca qui per i dettagli.

BIORARIA

Se hai sottoscritto Energia Pura Bioraria, la tua spesa per l’energia sarà composta da Fascia arancione e Fascia blu.
Per informazioni sul prezzo della tua offerta, consulta il quadro di dettaglio nell'area clienti sul sito enelenergia.it.
In seconda pagina, nella sezione dedicata al dettaglio dei consumi e delle letture, trovi anche l'indicazione del consumo fatturato, suddiviso per fascia blu e arancione.

Clicca qui per i dettagli.

BIORARIA

Se hai sottoscritto E-Light Bioraria, la tua spesa per l’energia sarà composta da Fascia arancione e Fascia blu.
Con l'offerta E-light Bioraria tutte le bollette sono fatturate in acconto, perché calcolate in base alla stima dei consumi che hai indicato quando hai aderito al contratto.
Di norma, solo la settima bolletta di ciascun anno conterrà un conguaglio, perché sarà calcolata sulla base dei tuoi consumi reali.
Se hai l'offerta E-light, nella voce "Spesa per la materia energia" troverai il costo energia mono anziché la suddivisione in fasce.
Per informazioni sul prezzo della tua offerta, consulta il quadro di dettaglio che trovi nell'area clienti sul sito enelenergia.it.
In seconda pagina, nella sezione dedicata al dettaglio dei consumi e delle letture, anche l'indicazione del consumo fatturato, suddiviso per fascia blu e fascia arancione.

Clicca qui per i dettagli.

TUTTO INCLUSO

Se hai sottoscritto Semplice Luce, la tua Spesa della fornitura sarà composta da Prezzo a consumo, Sconto per i primi 225 kWh/mese e Altri importi spesa fornitura.
Se hai Semplice Luce Bioraria, nella voce prezzo a consumo troverai i tuoi consumi divisi per fascia blu e arancione.
Per informazioni sul prezzo sulla tua offerta, consulta il quadro di dettaglio nella tua area clienti sul sito enelenergia.it.

Clicca qui per i dettagli.

SMC

Il contatore misura il gas in metri cubi (mc), ma in bolletta i consumi sono fatturati usando lo standard metro cubo (Smc), un parametro che esprime la quantità di gas contenuta in un metro cubo a condizioni di temperatura (15 °C) e di pressione (1.013,25 millibar, la pressione atmosferica standard). Gli Smc si ottengono moltiplicando i metri cubi per un coefficiente correttivo (C), definito per ogni località secondo precisi criteri.

Tariffa di distribuzione e misura

Copre i costi sostenuti per trasportare il gas sulle reti di distribuzione locale, per gestire e leggere i contatori e per gestire i dati delle letture.

È composta da una parte fissa (euro/anno) e una parte applicata al gas consumato (euro/Smc), entrambe con prezzi differenziati in base a sei diverse aree del territorio nazionale (ambiti tariffari).

La parte fissa è differenziata anche in base alla portata del contatore; la parte applicata al gas consumato presenta un prezzo più basso per i consumi inferiori a 120 Smc/anno; oltre la soglia dei 480 Smc/anno il prezzo diminuisce gradualmente per i consumi che superano determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

Tariffa di trasporto, distribuzione e misura

Copre i costi sostenuti per trasportare sulla rete di trasmissione nazionale e distribuire sulle reti di distribuzione locale l’energia elettrica, nonché per gestire e leggere i contatori e per gestire i dati delle letture.

Per i clienti domestici è composta da una parte fissa (euro/anno) denominata τ1, una parte applicata alla potenza impegnata (euro/kW/anno) denominata τ2, e una parte applicata all’energia consumata (euro/kWh) denominata τ3, che ha un prezzo più basso per i consumi inferiori a determinati livelli di consumo annuo (scaglioni).

Anche per i clienti non domestici è composta da una parte fissa (euro/anno), una parte applicata alla potenza impegnata (euro/kW/anno) e una parte applicata all’energia consumata (euro/kWh).